Summer school

Cosa sono le Summer School

Le Summer school sono corsi intensivi finalizzati all’approfondimento in ambiti specifici. Hanno una durata variabile, fino a un massimo di qualche settimana, e sono tenute prevalentemente in lingua inglese.

L’offerta di master è pubblicata in un unico periodo tra il mese di maggio e giugno.

Summer School di Architettura Sostenibile - Siena, 28 luglio - 4 agosto e 13-20 ottobre

La costruzione di un corso di studi di architettura non può prescindere da una dimensione olistica della formazione. Per questo presso l’Università degli studi di Siena con il contributo della Fondazione Bertarelli, è istituita la prima Summer School di Architettura Sostenibile all’interno di una facoltà umanistica.

  • Possono accedere alla scuola i possessori di laurea triennale o con analogo titolo di studio conseguito in università italiane e straniere, secondo l’attuale normativa valida a livello nazionale ed europeo.
  • L’accesso è per concorso, sono infatti previste 10 borse di studio per gli studenti che risultano meritevoli alla selezione del comitato didattico.
  • Il corso ha la durata di 100 ore di didattica organizzate secondo lezioni frontali, letture, conferenze e lectio magistralis suddivise in due settimane residenziali teoriche con atelier di progettazione presso la Certosa di Pontignano (Si),  dal 28 luglio al 4 agosto e dal 13 al 20 ottobre e un workshop residenziale nel cantiere della scuola edile in costruzione con la tecnica della muratura a secco dal 20 al 27 ottobre a Port Prince di Haiti. Sono previste un massimo di 40 iscrizioni.
Erasmus International Summer School Playing Identities: Acting, The Self and Society - Siena, 7-19 luglio 2014

Il Programma “Playing Identities. Acting, the Self and Society” è una summer school specializzata e multidisciplinare sul lavoro e sul ruolo dell’attore nella contemporanea società europea, giunta nel 2014 alla sua terza edizione. È  rivolta ad un gruppo di studenti di eccellenza provenienti dall’Università di Siena e dalle sette Università europee Partner e coinvolge docenti dalle discipline delle arti performative, delle scienze umane e sociali, e delle scienze cognitive.

Il concetto di creolizzazione, ovvero quel particolare processo di continua negoziazione del significato per mezzo del quale si arriva a creare una nuova identità differente da quelle originariamente messe in gioco, sarà centrale nella comprensione dell’oggetto di indagine e nelle metodologie didattiche proposte. Il lavoro dell’attore e il suo significato saranno infatti analizzati nel loro collocarsi a metà strada tra una “tecnica del sé” e una pratica sociale e pubblica. Il confronto tra docenti di varie discipline permetterà uno sguardo complesso e integrato sull’oggetto di indagine e offrirà un percorso formativo innovativo a metà strada tra tecnica attoriale, teoria dell’attore, e studi sociali.

I destinatari sono tutti i soggetti iscritti all’Università di Siena (es. Laurea Magistrale, Laurea Specialistica, Dottorato di Ricerca, Scuola di Specializzazione, Master Universitario, Corsi di Perfezionamento, etc.) con interessi ed esperienze in discipline teatrali, in possesso di una buona padronanza della lingua inglese (tutte le lezioni saranno in lingua inglese). Verranno selezionati tre studenti per l’università di Siena, ai quali si aggiungeranno tre studenti con pari requisiti selezionati da ognuna delle università europee partner: Lithuanian Academy of Music and Theatre, LudwikSolski State Drama School in Cracow, Universitatea Babes-Bolyai of Cluj-Napoca, Institute del Teatre de Barcelona, Istanbul Aydin University, London Central School of Speech and Drama.

A questo gruppo internazionale di studenti si rivolgono le principali attività del progetto, che consistono essenzialmente in workshop di pratica teatrale e corsi di approfondimento tenuti da docenti provenienti dalle Università coinvolte. I corsi e i workshop intendono fornire competenze di pratica attoriale nelle diverse tradizioni teatrali dei paesi partecipanti e offrire strumenti per la comprensione e l’analisi del lavoro dell’attore, del suo ruolo e della sua importanza in tradizioni artistiche extraeuropee e all’interno delle discipline sociali, umanistiche e cognitive. Un aspetto importante della Summer School saranno i gruppi di lavoro: lavorando assieme a studenti provenienti dalle università europee coinvolte lavoreranno assieme e mettendo in comune le proprie differenti culture teatrali, per presentare alla fine del percorso formativo una dimostrazione di lavoro. L’idea condivisa è quella di sperimentare nella pratica l’idea di una creazione artistica nata dall’incontro di differenti identità messe in gioco.

I risultati attesi della Summer School sono i seguenti:

  • acquisizione di nuove competenze in relazione alla pratica attoriale;
  • capacità di creare e gestire performance multidisciplinari e multiculturali;
  • sviluppo di una maggiore comunicazione artistica tra i differenti paesi coinvolti;
  • sviluppo di nuove competenze teoriche per l’analisi e la comprensione del ruolo e del lavoro dell’attore, soprattutto in relazione a diversi contesti culturali e sociali;
  • elaborazione di una nuova metodologia didattica multidisciplinare e “creolizzata”.

I diversi moduli d’insegnamento del percorso formativo, sono individuati nelle seguenti aree:

Insegnamenti:

  • THEATRE ACTING TECHNIQUES
  • STAGE MOVEMENT
  • DRAMA THEORY
  • BODY TECHNIQUES
  • THE ART OF ACTING: YESTERDAY AND TODAY
  • THE COGNITIVE ACTOR
  • THE SOCIAL ACTOR: ANTHROPOLOGY AND PERFORMANCE
  • SEMIOTICS OF THE PERFOMING ARTS

Scientific and Steering Committee

  • Prof.ssa Laura Caretti (Scientific Coordinator)
  • Prof.ssa Marzia Pieri (Project Coordinator) Dr. Angelo Romagnoli (Didcatic Director) Dr. Gianni Berardino (Project Manager)

The International Summer School will take place from 7 to 19 of July 2014 at the University of Siena.

Contatti / Tutor didattici