Formazione insegnanti / TFA

LA NORMATIVA
 
Il D.M. n. 249/2010 del 10 settembre 2010 ha definito le nuove modalità della formazione iniziale degli insegnanti e i percorsi didattici ad essa finalizzati.  
La legge prevede che per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado vengano istituiti corsi di Laurea Magistrale ad hoc a numero programmato, seguiti da un anno di Tirocinio Formativo Attivo (TFA).
 
Il TFA consiste in 475 ore di tirocinio nelle scuole, sotto la guida di un insegnante tutor, insegnamenti di scienze dell’educazione, insegnamenti di didattiche disciplinari (es: didattica del latino, cioè un esame specifico su come si insegna il latino, ecc.) e laboratori pedagogico-didattici. Il TFA si conclude con la stesura di una relazione del lavoro svolto con il proprio insegnante tutor. Alla fine dell'anno di TFA si svolge l’esame di abilitazione.
 
Insieme ai laureati delle magistrali per l'insegnamento, possono inoltre partecipare alle selezioni per l'accesso ai primi bandi al Tirocinio Formativo Attivo coloro che entro la data di presentazione della domanda di iscrizione al test nazionale sono in possesso:
 
  • di una laurea del vecchio ordinamento riconosciuta dal D.M. n. 39/98 e degli eventuali esami richiesti per poter avere accesso all'insegnamento;
  • di una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale riconosciuta dal D.M. n. 22/2005 e degli eventuali crediti formativi per poter avere accesso all'insegnamento.

Per accedere ai TFA, gli interessati dovranno superare un test preliminare, predisposto dal MiUR, una prova scritta predisposta da ciascuna università e una prova orale.

 

LA SITUAZIONE ATTUALE (a.a. 2014-15)

 

Ancora il MiUR non ha dato le necessarie disposizioni agli gli atenei per l'istituzione dei corsi di Laurea Magistrale per l’insegnamento: per questo gli esami di accesso ai TFA sono aperti anche a tutti coloro che risultano in possesso dei requisiti di accesso definiti dal D.M. n. 22/2005 del 9 Marzo 2005 e consultabili dal sito del MiUR (alla pagina http://archivio.pubblica.istruzione.it/normativa/2005/dm22_05.shtml )

 
I titoli di accesso alle classi di insegnamento aggiornati sono consultabili all’indirizzo: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/PRTA-TitoliAccesso/ricercatitolipe...
 
In questa tabella si trovano sintetizzati i crediti per le classi di insegnamento di ambito umanistico:
In questa tabella si trovano gli insegnamenti corrispondenti ai settori scientifico disciplinari per cui sono richiesti i CFU:
 
 
COSA FARE

 

Lo studente che desidera conseguire i crediti necessari all'accesso ai test dei TFA per una o più classi di insegnamento dovrà confrontare i contenuti delle tabelle con i crediti del proprio piano di studi della laurea triennale e magistrale.

I corsi di laurea triennale di Scienze Storiche e del Patrimonio Culturale e di Studi Umanistici sono stati costruiti per agevolare gli studenti fornendo loro molti dei crediti richiesti già tra gli esami di base e a scelta del piano di studi (per Scienze storiche e del Patrimonio Culturale sono indicati nei piani di studio di ciascun curriculum ).

Lo studente ha inoltre la possibilità di conseguire i restanti CFU scegliendoli tra i crediti liberi e quelli in esubero nell'arco del suo percorso triennale e magistrale. Presso i nostri corsi è possibile dare fino a 36 crediti in esubero alla triennale e 24 alla magistrale.

ATTENZIONE:  Un laureato avente tutti i crediti necessari può sostenere i test di accesso a più classi di insegnamento, ma qualora ottenga esito favorevole in più di una classe, potrà sceglierne soltanto una per cui seguire l'anno di TFA e il conseguente esame di abilitazione. 

Questo non impedisce che, una volta abilitato per una classe, ma in possesso dei crediti necessari per insegnare in un'altra, possa essere chiamato da un Provveditorato ad insegnare in quest'ultima invece che nella prima. Tale possibilità è legata alla disponibilità di cattedre per le diverse classi di insegnamento all'interno dei Provveditorati.