Rileggendo Clement Greenberg: aperture e aporie - 4° Seminario di Storia della critica d'arte contemporanea

Martedì, 5 Luglio, 2022 - 10:00

Martedì 5 luglio, a partire dalle ore 10,00, presso l'Aula 6 del Complesso dei Servi, Dipartimento di Scienze storiche e dei beni culturali

4° Seminario di Storia della critica d'arte contemporanea

 

 Rileggendo Clement Greenberg: aperture e aporie

Il seminario vedrà impegnati gli studenti dell'insegnamento di Storia della critica d'arte contemporanea (a.a. 2021-2022) del corso di laurea magistrale in Storia dell'arte e affronterà alcuni snodi cruciali dell'attività del noto critico americano: dalla prima traduzione dei suoi scritti in italiano ai riferimenti teorici della sua analisi, dagli interessi per il surrealismo a quelli per gli antichi maestri, dal peso specifico della sua 'autorità' sul mercato dell'arte newyorkese e la definizione di un primato dell'arte americana alle riflessioni sulla scultura moderna e sulla pittura informale in Europa.

 

Sarà possibile seguire i lavori anche da remoto, con collegamento al link https://meet.google.com/qmo-tvsp-rdh
 
 
Programma
 
10,00 / Davide Lacagnina
Introduzione e coordinamento
10,10 / Gaia Rotili
Arte e Cultura: Clement Greenberg arriva in Italia
10,20  / Alessandro Bellucci
L’estetica fatta in casa. Greenberg e l’oggettività del gusto
10,40 / Margherita Giabelli 
Dal Rinascimento al Modernismo: una svolta “dialettica"
11,00 / Giulia Schiavone
Il Surrealismo e la nascita della pittura "di tipo americano"
11,20 / Pausa
11,40 /Azzurra Banducci
Greenberg e l'Espressionismo astratto: l'affermazione di un'identità artistica americana
12,00 / Valeria Di Pasquale
"La stagione migliore": Greenberg e il mercato newyorkese tra 1947 e 1949
12,20 / Carolina Bernardi
 La scultura moderna: dal monolito alla costruzione
12,40 / Violante Santoro 
L'informale in Europa
13,00 / Dibattito e conclusioni