Tirocini e attività sul campo

Il percorso formativo proposto dai corsi di Laurea e Laurea magistrale prevede, oltre agli insegnamenti e agli esami curriculari, anche un certo numero di crediti formativi che gli studenti devono conseguire attraverso lo svolgimento di attività di tirocinio.

25 ore di attività equivalgono a 1 CFU

Oltre ad utilizzare l'ampia gamma di attività proposte dal Dipartimento, gli studenti possono scegliere liberamente l'ente o l'organizzazione presso la quale svolgere il tirocinio. Le attività svolte nel tirocinio devono essere attinenti e utili ai fini formativi del Corso di studio, e dovranno comunque essere preventivamente concordate dallo studente tanto con  l’Ente presso il quale si svolgerà il tirocinio, quanto con un docente del proprio corso di studi, che fungerà da tutor universitario.

 

DOCENTI DI RIFERIMENTO

Settore archeologico: prof. Marco Valenti

Settore cinema, musica, spettacolo: prof.ssa Marzia Pieri

Settore storico: prof.ssa Roberta Mucciarelli

Settore storico-artistico: prof. Alessandro Angelini

 

COORDINAMENTO

- prof. Alessandro Angelini

Cosa fare prima di iniziare il tirocinio curriculare

Per individuare il luogo dove effettuare il tirocinio gli studenti potranno muoversi liberamente oppure chiedere ai docenti di riferimento.   Lo studente ha la possibilità di:

  1. svolgere il  tirocinio presso enti ed organizzazioni pubblici e privati, in Italia come all'estero
  2. partecipare a scavi o campagne di ricognizione archeologica,
  3. svolgere il  tirocinio presso i laboratori e le altre strutture del Dipartimento.

In ogni caso si fa presente che:

 

 1. Lo studente deve concordare preventivamente con il ‘tutor universitario’ prescelto gli obiettivi e le modalità di svolgimento del PROGETTO FORMATIVO, in accordo con il ‘tutor aziendale’.

 

2. Prima di iniziare il tirocinio lo studente dovrà sottoporre al tutor universitario e al tutor aziendale il progetto  concordato (scritto in modo chiaro e leggibile). I tutor  controlleranno e firmeranno  il modulo ("Richiesta di tirocinio/stage/internato di tesi") scaricabile dalle pagine dell'ufficio studenti e didattica che sarà successivamente posto all’approvazione  del COMITATO PER LA DIDATTICA.

 

3. Se il tirocinio si svolgerà presso un ente esterno va attivata una convenzione. L’Ufficio di riferimento è PLACEMENT OFFICE - CAREER SERVICE:  consultare la pagina dell’ufficio;

nella sezione ”Come attivare un tirocinio”  sono indicate tutte le informazioni su adempimenti e procedure per studenti e aziende.

 

4. Dopo l’approvazione del Comitato per la didattica e l’attivazione della eventuale convenzione lo studente potrà iniziare il tirocinio.

 

Si raccomanda pertanto di considerare questi passaggi per i tempi di avvio del tirocinio

Durante il tirocinio

 

Lo studente può contattare il  tutor universitario in qualsiasi momento per avere un aiuto, un chiarimento o un supporto.

Cosa fare alla conclusione del tirocinio

Non appena terminato il tirocinio, è importante richiedere il riconoscimento dell'attività al Comitato per la Didattica, per il tramite dell’Ufficio Studenti e Didattica.

 

Lo studente dovrà allegare alla richiesta ("Dichiarazione di tirocinio/stage/internato svolto", scaricabile nelle pagine dell'ufficio studenti e didattica),  controfirmata dal tutor "universitario" e  dal tutor "aziendale":

  1. Breve relazione del tutor aziendale (su carta intestata dell’ente) sull’attività svolta dallo studente
  2. Modulo conteggio ore complessive del periodo di tirocinio, firmato dallo stesso tutor.
  3. Breve relazione dello studente sull’attività di tirocinio svolta.

 

Mentre, in caso di partecipazione ad attività di scavo, lo studente dovrà allegare alla richiesta di riconoscimento:

  1. Lettera o relazione del docente responsabile dello scavo o del direttore scientifico che ne attesti la partecipazione, con indicati il periodo in cui tali attività sono state svolte e il numero di ore;
  2. Breve relazione dello studente riguardo alle attività svolte.