Laurea in Scienze storiche e del patrimonio culturale

laurea per l'area umanistica!

L’offerta formativa dell'area umanistica dell'Università di Siena si è arricchita  di nuove proposte.

Nel quadro di questa nuova articolazione didattica il nostro dipartimento ha attivato un

corso di laurea in SCIENZE STORICHE E DEL PATRIMONIO CULTURALE

 

Il corso  appartiene alla classe delle lauree in beni culturali (L-1 nella banca dati dell'offerta formativa del Ministero).

La laurea in Scienze storiche e del patrimonio culturale: perchè?

Il nuovo corso di laurea Scienze storiche e del patrimonio culturale si rivolge a tutti quegli studenti che intendano acquisire una solida preparazione storico culturale e impadronirsi degli strumenti operativi per operare nel campo della conoscenza e della tutela del patrimonio archeologico, storico e artistico.

Un patrimonio di tutti, di cui il nostro paese è ricchissimo: la sua tutela  - che è un impegno fondamentale della Repubblica,  sancito dall'articolo 9 della Costituzione - richiede oggi più che mai operatori preparati, competenti e in grado di rispondere alle sfide del mondo che cambia.

LEZIONI, LABORATORI, SCAVI E STAGE IN ITALIA E NEL MONDO

Il  corso di laurea prevede piani di studio omogenei e non generici, che sfruttano a pieno la ricchezza che, anche sul piano formativo, mettono a disposizione i docenti del Dipartimento,  i numerosi laboratori in esso attivi,  gli scavi archeologici e le altre attività di ricerca e di stage  portate avanti non solo in Toscana, ma anche in tanti luoghi in Europa e nel Mediterraneo.

Fin dal primo anno, accanto alle materie comuni utili per una solida preparazione culturale di base, lo studente potrà seguire corsi legati ai contenuti e alle metodologie dei settori specifici  per cui intende formarsi

 

 

Archeologia - Storia - Storia dell'arte - Spettacolo: il percorso giusto per te

Quello culturale è un patrimonio immenso formato da un ventaglio amplissimo di beni materiali e immateriali, monumenti, collezioni e depositi, attività e opere d'arte: la sua conoscenza e la sua tutela impegnano discipline diverse, ciascuna legata a tipologie di beni culturali e metodologie d'indagine specifiche.

Formarsi per operare in questo campo del sapere impone dunque di familiarizzarsi fin da subito con i saperi propri di tali discipline:

per questo il corso di laurea si articola fin da subito  in quattro indirizzi specifici:

  • ARCHEOLOGIA

l'indirizzo giusto per chi vuole avviarsi allo studio del passato delle società umane - dalla preistoria fino al mondo classico e al medioevo - a partire dalle loro tracce materiali, attraverso l'indagine stratigrafica dei depositi archeologici, dei paesaggi, dei manufatti e delle costruzioni

 

  • STORIA DELL'ARTE

l'indirizzo da scegliere per chi vuole specializzarsi nello studio della cultura figurativa e architettonica delle società del passato e dell’età contemporanea, attraverso da approcci che spaziano dalla ricostruzione filologica di artisti e contesti allo studio della funzione delle immagini, delle tradizioni iconografiche e costruttive, della storia del collezionismo, della cultura della conservazione e del restauro

 

  • STORIA E DOCUMENTAZIONE

l'indirizzo giusto per chi vuole avviarsi allo studio della società nel medioevo, nell’età moderna e nel mondo contemporaneo, indagandone la dimensione politica, economica, culturale attraverso l’indagine critica delle testimonianze che uomini e istituzioni hanno prodotto nel tempo condotta con le metodologie proprie della ricerca storico documentaria, archivistica, paleografica, codicologica, geografica.

 

  • SPETTACOLO

l'indirizzo pensato  per chi vuole iniziare a studiare il cinema, la musica, il teatro nel loro ambito storiografico, estetico ed espressivo, approfondendone i linguaggi, le tecniche e le forme di fruizione da parte del pubblico, fra memoria e contemporaneità

 

la prospettiva del lavoro

il corso di laurea intende formare una figura di operatore del patrimonio culturale ad ampio spettro, dotato delle conoscenze e delle competenze per lavorare, a seconda dell’indirizzo prescelto, quale esperto presso:

  • parchi archeologici
  • musei
  • archivi
  • biblioteche
  • le istituzioni, le imprese, gli enti pubblici e privati che operano nel settore della conoscenza e della salvaguardia del patrimonio culturale

Il corso garantisce inoltre allo studente che lo desidera e operi le scelte opportune, la possibilità di accedere ai percorsi formativi per l'insegnamento nelle scuole medio e superiore.